REGISTRATI QUI PER LE NOSTRE NEWS



Area Registrati
Per consulenze on LIne
in Video Conferenza
mentecorpo perugia
o contattaci al
347/6449741

Visitare

l'adolescente

non dimentichiamoci che l'apparato genitale maschile è prezioso come quello femminile, ma troppo poco controllato

La visita dall'andrologo ?
pochi minuti che valgono almeno una vita !

Libido ridotta o assente

... quando la libido scende o manca del tutto può essere anche una questione  ormonale... e l'Andrologo serve !

La libido è esattamente il desiderio che si accende al pensiero di una possibile inziativa sessuale o all' arrivo di uan fantasia erotica: rappresenta quella spinta verso l'azioen sessuale, sia che si possa o non si possa intraprendere, per motivi di opportunità o di incngruità.

Il desiderio sessuale, la libido cioè, è fortemente correlato alla secrezione di ormoni androgeni e questo lo è sia negli uomini che nelle donne per cui, nei casi in cui può sussistere il sospetto di una disfunzione ormonale con alterata funzionalità delle ghiandole endocrine produttrici di androgeni ( testicoli, surreni e in parte le ovaie ) è sempre opportuno rivolgersi allo specialista endocrinologo o andrologo per fare una corretta diagnosi attraverso indagini più utile al riguardo.

E' determinante valutare il quadro ormonale perché permette una interpretazione più precisa del quadro generale e della situazione psico-neuro-endocrina che si è strutturata e che, probabilmente è alla base del disturbo del desiderio. E', comunque, importante valutare anche lo stato psicologico del paziente che spesso risulta aver subito dei condizionamenti in tal senso, sia conseguenti al quadro ormonale alterato, sia al protrarsi di questo calo della libido che comporta sempre una sensazione di inadeguatezza che si accompagna, spesso, a sensi di colpa nei confronti del partner. Infatti molto spesso  il calo del desiderio viene interpretato, almeno fino alla diagnosi vera e propria, dal partner come un disinteresse affettivo e attrattivo nei propri confronti. Da ciò deriva che la prima istintiva risposta  è quella di sospettare nuovi interessi extra coppia e ciò può minare il clima all'interno della coppia stessa determinando  un aggravamento della relazione con ulteriore peggioramento del desiderio.  

Nei casi sostenuti da una disfunzione ormonale le possibilità terapeutiche oggi sono molto ampie e ricercate grazie allo sviluppo farmaceutico di sostanze sostitutive ormonali e a sostanze naturali a valenza androgena. Ovviamente la terapia, oltre a quella del desiderio sessuale, dovrà correggere anche tutte le altre discrasie endocrine associate alla patologia di base ed affrontare un ripristino delle condizioni relazionali della coppia, qualora queste fossero state minate da atteggiamenti esagerati di sfiducia, svalutazione con relativa perdita di intesa.

 

Dr. Antonio Artegiani 3473450601