vai al contenuto principale

Pubertà ritardata

La pubertà è il momento in cui il fisico inizia la sua evoluzione verso una forma di maturazione somatica e sessuale: il cosiddetto sviluppo. Si conoscono , sia per i maschi che per le femmine, varie tappe dello sviluppo inquadrate in periodi di età anche molto ampi. Quando però i genitori intravedono nel proprio figlio o figlia segnali di accelerazione o di ritardo dello sviluppo allora è cosa buona rivolgersi all’Endocrinologo perché tale problematica è spesso legata a condizioni ormonali da indagare. Non è necessario, al primo sospetto ricorrere allo specialista basterebbe rivolgersi al propri medico, ma nel caso in cui tale sospetta anormalità si prolungasse e fosse condivisa anche dal medico generico allora è opportuno rivolgersi all’Endocrinologo per evitare di perdere tempo prezioso. Infatti, non intervenire in tempo utile in situazioni come queste, che se ben inquadrate e approfondite possono risolversi anche con relativa semplicità, espone al rischio del non riconoscimento di disfunzioni ( vedi anche ipogenitalismo e ipogonadismo) in grado causare , per tutta la vita stati di insoddisfazione personale, di disagio, in relazione a tratti somato-sessuali non rispondenti alle normali aspettative di un uomo e di una donna. Oggi tali esigenze sono ancora più presenti e mal celabili e spesso sostengono quel senso di inadeguatezza che è alla base dei famosi “complessi” che condizionano la vita quotidiana di tanti uomini e donne.

Via Campo di Marte 8/P Perugia
Torna su